Viaggio in Italia

L’Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade, | ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole. | Onestà tedesca ovunque cercherai invano, | c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina; | ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida, | e i capi dello stato, pure loro, pensano solo per sé.

(Johann Wolfgang von Goethe – 1813 – 1817)

Il Viaggio in Italia di Goethe lo potete leggere  da soli, io vi racconto di un altro viaggio, un viaggio di studio, di uno scenziato, di un biologo cinese che ha deciso di partecipare ad un convegno  su “Black Yeast (Funghi Neri Meristematici)” all’Università della Tuscia, nei giorni scorsi.

Atterra a Fiumicino giovedi e si avvia, con i treni, verso Viterbo. Una cosa che nessun italiano farebbe mai. I treni Roma-Viterbo sono come la materia oscura nell’universo: esistono, ma non si sa quando partono. Se partono.

ferrovia-roma-viterbo-7

Fatto sta che il nostro cinese impiega, appunto da Roma a Viterbo, 6 ore di treno (si, pioveva, anche tanto). Dopo aver perso il primo pomeriggio di lavoro, partecipa alla giornata seguente e, per non sbagliare, salta i lavori del sabato e torna a Fiumicino in taxi. Da Viterbo. In taxi.

Cosè che volevamo organizzare? Le Olimpiadi? Cosa?

Aggiorno? Compro nuovo?

La prossima volta ne compro uno nuovo, visto che l’aggiornamento di Apple Watch sta andando avanti da 4 ore e 32 minuti. Adesso mancano 33 minuti. Mezz’ora fa mancavano 3 giorni (giuro).

Update: è passata più di un’ora dal post. Ancora niente. Ma l’orologio mi ha avvisato che la carica non è supportata con il caricatore che uso io. Che ovviamente è il caricatore originale Apple.

Final update: Fatto. Nel breve volgere di 6 ore ho fatto. Mi chiede se voglio abbinare un altro orologio. NO!

Pezza. Peggio del buco.

La storia del “picchiatore” fuggito, non aveste presente il caso, è qui. Oggi arrivano novità da Milano, e da Roma, che ondeggiano tra il grottesco ed il comico.

Un mandato d’arresto europeo: lo chiede la procura che ‘rivuole’ a Milano Nicolas Aitor Orlando Lecumberri, il 23enne dj spagnolo diventato picchiatore seriale di passanti.

Ma ce l’avevate, l’avete fatto uscire… e adesso il mandato europeo? Ma vi ci mandano!

Ma c’è dell’altro… da Roma, dal C.S.M.:

Il consigliere del Csm Pierantonio Zanettin chiede al Comitato di presidenza di aprire una pratica alla Prima Commissione, competente sui trasferimenti d’ufficio dei giudici, per “valutare eventuali profili di incompatibilità, sotto il profilo dell’appannamento dell’immagine di terzietà e imparzialità, per il magistrato coinvolto“.

Terzietà ed imparzialità” non sembrano entrare nella vicenda in questione. Sciatteria, incapacità, inesperienza? Forse. Ma non si può dire: il magistrato italiano non può esserlo, per definizione. Al massimo può macchiarsi di “terzietà ed imparzialità“… ma non lo cacciamo. No, lo trasferiamo.

Eh? Cosa? Chi?

Ve la ricordate la storia dei passanti aggrediti a pugni da uno sconosciuto che poi si dileguava?

L’hanno preso! Era un DJ spagnolo, evidentemente alquanto disturbato, visto che aveva un precedente per lo stesso reato.

Il Dr. Livio Cristofano, GIP presso il Tribunale di Milano, avrebbe emesso un’ordinanza di sostituzione della misura della custodia cautelare in carcere con gli arresti domiciliari presso una Comunità terapeutica clinica psichiatrica a Varazze”, in provincia di Savona (??). Senza avvisare i difensori, la struttura clinica o la famiglia del ragazzo. E senza predisporre un accompagnamento coatto.

Secondo voi il ragazzo, scarcerato da San Vittore a Milano….

  1. ha – faticosamente – raggiunto la clinica ligure con i propri mezzi;
  2. ha – facilmente – fatto perdere le proprie tracce;

(link)

Repetita…

Non stampare questa e-mail.

Spesso trovo questa scritta in fondo a email… mi sembra un buon memento per evitare, per qunato possibile, stampe inutili e spreco di carta.

Oggi mi è arrivata la tessera sanitaria/codice fiscale: una bella busta da SOGEI ed una lettera – a firma della signora Orlandi, Diretore dell’Agenzia delle Entrate, e del Presidente ed A.D. di SOGEI – con cui mi vengono illustrate le potenzialità della tessera.

Poi una lettera di Nicola Zingaretti, Presidente della regione Lazio, che – sostanzialmente – ripete le stesse cose. In triplice copia.

IMG_3831