Non si va con i bambini in un campo di battaglia…

Ho visto ieri da Wittgenstein il filmato che Wikileaks pubblica della strage di civili perpetrata nel 2007 in Iraq dagli elicotteri americani.

L’elicottero aveva sparato uccidendo 11 persone tra cui un fotografo e un autista della Reuters: i miltari avevano sostenuto allora che si fosse trattato di un combattimento contro “forze ostili”

Il filmato è molto duro. E la guerra è – purtroppo – guerra. Una volta passato lo shock e la rabbia per quello che si vede e si sente rimane, con un retrogusto amaro in bocca, la consolazione che i “criminali” americani sono gli stessi che hanno (ed usano) gli strumenti garantiti dallo Stato per provare che quello stesso Stato ha tenuto (e coperto) un comportamento criminale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...