Caro amico ti scrivo…

Un interessante articolo della Rivista Studio segnala un “problema”  di comunicazione di non indifferente portata: come “comporre” un messaggio che dovrà essere leggibile anche tra…, diciamo…, 20.000 anni? Una conseguenza tra le meno prevedibili dello smaltimento delle scorie nucleari. (link)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...