la matematica è un opinione

Al fine di implementare l’uso della moneta elettronica, sono vietate le operazioni ed i pagamenti in contanti aventi importo superiore ad € 999,99. (link)

Al fine di implementare l’uso della moneta elettronica, i versamenti in contanti superiori ad € 200,00 verranno sottoposti ad un prelievo fiscale. (link)

E gli altri 799,99 ?

Annunci

6 thoughts on “la matematica è un opinione

    • Infatti io faccio una critica matematica, non filosofica. Mi stabilisci che la soglia dei mille sia un limite valido? Va bene. Allora perché mi penalizzi da 200 sino al limite? Cos’è una terapia a scalare?
      Piuttosto perché non “nazionalizzi” il servizio bancomat? Obbligatorio fornirlo con tutti i rapporti di c/c, costo “politico” annuo non oltre i € 20,00 ed operazioni gratuite?

      • Ecco, proprio perché parli di politica, quella è una scelta politica: disincentivare l’uso del contante. Sopra 1000 è vietato, sotto è disincentivato.

        Le nazionalizzazioni non si possono fare finché siamo in Europa.

        Costi Bancomat: le banche li sostengono; si può discutere se quelli che caricano siano eccessivi (ma è libero mercato, ce ne sono di online che non ne hanno, per dire), ma non si può imporre loro la gratuità. La politica dovrebbe perseguire logiche che rimuovano vincoli di mercato, non definire i prezzi. E, ad oggi, abbiamo avuto l’esempio del roaming come esempio lampante di fallimento delle imposizioni politiche.Anche perché se un mercato è fatto in condizioni di squilibrio (utenti contro fornitore, ad esempio), c’è poco da fare a valle.

        Però io non incolperei le banche dell’evasione; e non mi pare in discussione il fatto che l’evasione il contante vadano a braccetto. Il che non significa che sia quello il solo mezzo, eh?!

    • Si, maremma ‘mpastata! Solo che da quelle parti IRS ti fa le pulci e ti stanga. Ma ti rimborsa il tuo credito immediatamente. Da quelle parti il pagare più tasse (mediamente inferiori che da noi) è simbolo di prestigio sociale e di successo professionale… da noi devi – per legge (lo farò io a giugno prossimo) – pagare le tasse su soldi che non hai incassato e non incasserai mai… dunque ci si “arrangia” come si può. Al Fisco italiano non interessa tanto il “quanto”, ma piuttosto “quando” hai incassato quello che poi spendi… se non lo giustifichi con un reddito tassato… Bingo!
      Resta laggiù, mi raccomando!

      • Mio padre, con il sistema italiano di dover pagare le tasse sui PRESUNTI guadagni futuri, ha fatto fallimento. Immagino lo stato sia piu’ contento con persone anziane che perdono la casa dopo aver lavorato una vita, incapacitandole finanziariamente ancora di piu’. Mia moglie vuole tornare in Europa. Io do fuoco ai passaporti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...