The Fallen of World War II

Bisogna sforzarsi per non essere distratti dal magnifico lavoro di ricerca, elaborazione ed animazione… e ricordarsi che si parla di persone. Morte.

eDue

An animated data-driven documentary about war and peace, The Fallen of World War II looks at the human cost of the second World War and sizes up the numbers to other wars in history, including trends in recent conflicts.

Visit fallen.io for the interactive version and more information Written, directed, coded, narrated by twitter.com/neilhalloran
Sound and music by twitter.com/Dolhaz

* * *

Da The Fallen of World War II on Vimeo e http://www.fallen.io/ww2/

View original post

Inariditi (dai, su…, non ridete)

prostata:

“Ogni volta che la Guzzanti spara ‘ste cose si dovrebbe commentarle in massa ricordando di quando aveva investito i suoi non pochi soldi col truffatore che le prometteva rendite sicure e superiori al 30%. Cuore inaridito dalle leggi del mercato”. (Gordon Kiddo Rossi)

prostata:

“Ogni volta che la Guzzanti spara ‘ste cose si dovrebbe commentarle in massa ricordando di quando aveva investito i suoi non pochi soldi col truffatore che le prometteva rendite sicure e superiori al 30%. Cuore inaridito dalle leggi del mercato”. (Gordon Kiddo Rossi)

(via toscanoirriverente)

Chi cazzo vuoi che se ne accorga? Io. (17)

In una radio legata al tifo romanista (fonte di grande ilarità – spesso involontaria) parla Alfio Marchini, ex candidato sindaco di Roma, battuto da Marino (tutto dire…), e che – evidentemente – ci vuole riprovare.

Marchini si lamenta di problemi della città che…

…non mi consentiscono…

… di ricordare l’italiano, magari?

I teppisti. Gli altri.

Il solito disgustoso contorno al derby Lazio-Roma di domenica lunedi scorso, fatto di traffico impazzito, scontri, fumogeni, cariche della polizia, 2 accoltellati all’ospedale in codice rosso… è stato questa volta impreziosito da una folta presenza di “turisti” provenienti da Bulgaria, Gran Bretagna e Grecia (dove si possono concedere qualche viaggetto, evidentemente). Pare non interessati ad Expo 2015.

A tale proposito, con l’intento di minimizzare quello che si è rivelato essere

” il forte impatto negativo sulla città in un giorno feriale e in orario pomeridiano.”

al Ministero dell’Interno avrebbero deciso di

di giocare i prossimi derby domenica alle 12, nel giorno e nell’orario migliore per la gestione dell’ordine pubblico e per evitare il blocco della zona nord della città. (link)

Alle tre di notte ancora meglio.

In tante chiacchiere effettuate a cervello spento, brilla per onestà intellettuale l’ex Prefetto Achille Serra

Come risolvere il problema? Innanzitutto in Italia non ci sono immediatezza del processo e certezza della pena, e questo mi sono stufato di dirlo dopo anni. E non è vero che non si individuano mai questi delinquenti, ma anche quando si trovano, in Italia trionfa il cavillo, e non la certezza della pena. Nei paesi occidentali e democratici avviene questo, il violento viene immediatamente preso e portato davanti al magistrato che è di turno nello stadio, e che può giudicarlo e eventualmente condannarlo.

Il rinvio al lunedì rimane scelta a mio modo di vedere incomprensibile. E poi sfatiamo il mito dell’orario di inizio dei derby, perché giocare alle 18 vuol dire che poi il post gara va gestito di sera. Inoltre gli ultimi derby giocati di pomeriggio non hanno impedito il manifestarsi di scontri e episodi di violenza, quindi sfatiamo il mito che giocare con la luce del giorno sia meglio per la gestione dell’ordine pubblico. (link)

Noi, e loro

Le prossime finali NBA mi sbattono in faccia le differenze abissali tra lo sport professionistico USA e quello italiano, devo mandare un memo a James Pallotta, Presidente della Roma.

Dovrei essere in California, vicino ad Oakland, propio quando i Warriors giocheranno le finali NBA di quest’anno. Mi piacerebbe molto vedere una partita ed allora ho dato un’occhiata ai biglietti “garantiti” disponibili sul mercato legale: il prezzo più basso, lassù in piccionaia, è di $ 800.00, mentre per un bel bordocampo si superano i $ 57,000.00 – per me solo TV, dunque.

i proverbi del Fisco

A pagare e morire c’è sempre tempo

Sarà per questo che oggi, 25 maggio 2015, a 21 giorni dalla scadenza dei termini per il pagamento delle imposte UNICO, nonché IMU e TASI, l’Agenzia delle Entrate ancora non ha reso disponibile i software per la compilazione dei modelli, con relativo calcolo del dovuto. E praticamente nessun comune ha deliberato modalità e termini di pagamento.

Questo o quello, per me pari sono

Sarà indubbiamente un mio limite, culturale od intellettuale fate voi… ma la storia che l’ISIS a Palmira abbia fatto scempio di più di 400 persone…

Schermata 2015-05-24 alle 21.33.58ed i media italiani si preoccupano dei reperti archeologici…

Schermata 2015-05-24 alle 21.34.21

mi pare rappresentare in modo plastico che c’è qualcosa che non va. Dalla nostra parte.