No, questo no!

blondeblackIo ho una certa ammirazione per gli USA e per il suo popolo, pur con i difetti che hanno. Sono (spesso) brava gente e, forse perché ne hanno meno di noi, sono molto attaccati alle loro radici ed alla loro storia. Ma la Guiness “bionda” non gliela perdono.

Nera. E basta.

Na tazzulella ‘e cafè

IMG_0786Target è un grande magazzino che ha abbigliamento, alimentari, elettronica… tutto (o quasi). In quello in cui sono entrato qualche giorno fa c’era anche uno Starbucks per prendersi un caffè. Accanto alle casse c’era questa cesta con questa cose rosse…

Ci ho messo un po’ per capire di cosa si trattasse… Avete presente gli americani che girano permanentemente con il bicchierone di caffè in mano? Sempre ed ovunque? Ecco non si capisce perchè, giunto a fare spese ed intento a spingere il carrello, tu debba abbandonare il tuo bicchierone… ed ecco l’accessorio “reggi caffè” da inserire nel maniglione del carrello.

Full Optional (accessori)

La spesa nel 2008 era uguale ad € 66.000.000,00 all’anno. Passa un anno, ne passa un altro… ne passano vari. Siamo al 2013. Dopo 5 anni la somma – per la voce – è diventata € 345.000.000,00 con un aumento –  vi risparmio il conto –  di circa il 520% .

È la storia del “salario accessorio”, lasciato in eredità da Alemanno al Comune di Roma, che Marino ha provato a smantellare, subendo la rivolta dei dipendenti. I soldi, adesso, andrebbero restituiti.

turisti (trattarli)

Sono al termine di un lungo giro e negli ultimi giorni ho fatto il turista. Non mi capitava da tempo. Le ultime due notti me le concedo in un buon albergo, un po’ di riposo e qualche “coccola” (ma niente extralussi…). Il sistema dell’hotel non riesce a combinare il mio cognome con il numero della mia stanza e non mi fa accedere al wifi.

Vado alla reception e – gentili e rapidi – risolviamo tutto. La signora mi chiede se, visto che ho attraversato un corridoio e la lobby dell’albergo, può offrirmi una birra, o qualcos’altro, per farsi perdonare il disagio.

Stamattina rileggevo questo.