medio, a Roma e a Milano

La FIGC deferisce Daniele De Rossi (e la A.S. Roma per “responsabilità oggettiva”) per aver esposto il “dito medio” alla curva laziale durante il derby dello scorso campionato. Il gesto non spicca per signorilità e delicatezza, indubbiamente.

Mi domando se De Rossi avesse fatto altri gesti come si sarebbe comportata la FIGC… è solo una questione di “dito”?

Perché qualche centinaia di km più a nord, nel pieno centro di Milano (quella che qualcuno chiama la capitale morale) il “dito medio” è un’opera d’arte di Cattelan che fa bella mostra di se in piazzetta della Scala. Anche in questo caso critiche e perplessità non sono mancate… ma l’istallazione, che doveva essere temporanea, è diventata permanente.

Non sempre gli omaggi alle opere d’arte vengono apprezzati come dovrebbero, anche in quei casi in cui la qualità dell’omaggio non ha nulla da invidiare all’originale.

Daje!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...