Pro e Contro (ed un senza)

La FIOM ha indetto per ieri una manifestazione a Roma con le finalità di cui potete leggere nel volantino  realizzato per l’occasione.

Nella seconda pagina ci sono una serie di PRO e CONTRO che potete leggere da soli.

Pare che tra i “contro” si siano dimenticati di metterne uno un po’ particolare. Pare.

Annunci

3 thoughts on “Pro e Contro (ed un senza)

  1. Anche Eugenio Stanziale, segretario generale della Filt Cgil Roma e Lazio, che rappresenta il settore dei trasporti, commenta il caso dei manifestanti Fiom che si sono rifiutati di pagare i biglietti della metro: «In genere quando ci sono grandi manifestazioni come Cgil, chiediamo al Comune, all’Atac e al prefetto di garantire l’esenzione dei biglietti del trasporto pubblico locale dei manifestanti, anche per una questione di ordine pubblico se ci sono grandi flussi. Non so se in questo caso sia stata avanzata. Se così non fosse e se i manifestanti arbitrariamente non hanno pagato il biglietto pagheranno la multa. Non è certo colpa degli operatori dell’Atac che stavano facendo il loro lavoro».

    Ora, io non so cosa sia accaduto, e infatti non ne ho scritto.
    Ma il giornalista, anzi il “giornalista” che ha scritto il pezzo, prima di scrivere il pezzo, poteva almeno informarsi sull’esistenza di questa richiesta di esenzione?

    Quanto al PD che si scandalizza, dopo quello che hanno fatto a Roma…

    • Sul PD… sopravvoliamo, per carità.
      Si dice che “non sanno” se la richiesta sia stata avanzata. E le richiesta, per quanto fondate possano essere, devono poi essere accettate dall’altra parte, no?

      • Perdonami, ma tutto l’articolo mi pare fondato sul nulla.

        O scrivi che “senza alcuna richiesta di esenzione, è accaduto che”

        che è una notizia, oppure non scrivi nulla. Il “giornale” non può scrivere pezzi con un’autoassolutoria chiosa in cui forse dici che non sai un cazzo di quel che scrivi.

        Che non è nemmeno una notizia, visto che in pratica è quasi sempre così.

        Questo tuo post lo considero all’interno della categoria “la stampa in Italia fa pena ma non misericordia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...