Ma non mi dire…

Annunci

3 thoughts on “Ma non mi dire…

  1. Nel 2050 il 75% degli abitanti del pianeta vivrà in città.
    Solo che il 2% vivrà al centro, tra società di riciclo, boutiques e bordelli, e il restante 98% in cerchi concentrici sempre più lontani.
    Ti dirai, che c’entra.
    Eh, c’entra sì, perché le politiche fiscali sono l’incentivo maggiore per l’organizzazione sociale.
    A me da Roma m’hanno già bello che cacciato molti anni fa.
    Ed il calo del valore reale, per chi ha i soldi in mano (quel 2% lì sopra) è una manna. E poi che se ne fanno?

    https://edue.wordpress.com/2006/01/03/scalate-il-giuoco-dellodi/

    • La proiezione futura è possibile, credo anzi che in alcune parti del mondo sia già realtà… gli insediamenti intorno a Los Angeles e Londra lo dicono. Ma in quei “centri” non abita nessuno, perché gli immobili sono appetibili commercialmente e poi, diciamolo, chi vorrebbe vivere in un centro caotico e con pochi servizi per le abitazioni, potendo vivere meglio, nel verde, con negozi vicino? Da noi capita che le “politiche” spingano fuori gli abitanti dai centri storici, salvo poi a lamentarne lo spopolamento. Da 4/5 anni in Italia, a Roma in particolare, avere un immobile non vuol dire affatto avere dei soldi in mano…, anzi.
      Ma la mia obiezione non era tanto sulla ineluttabilità degli aumenti, quanto sulla legittimità di chi li impone.

      • Forse non mi sono spiegato.

        Sono le politiche che costringono il 98% in periferia.
        Quelli che rimangono, mica ci abitano.
        Usano i centri storici per fare quello che ho scritto nel link qui sopra, ovvero come partita di giro.

        Quando dico che in questo momento ad avere i soldi in mano è una manna significa poter accedere al gioco de L’odi spendendo meno.

        Quelli che resistono (perché di resistenti si parla), verranno sfiniti per logoramento.
        Logoramento non significa farle, le cose, basta anche solo parlarne.
        E per parlarne la legittimità non serve.

        Intanto “siete avvertiti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...