Politicamente scorretto, pazienza.

premessa: io cerco di essere tollerante, disponibile e comprensivo nei confronti di tutti, cerco di rispettare le peculiarità di ognuno e cerco di rifuggire il cliché dell’uniformità di pensiero.

Per tutta una serie di ragioni che non sto qui a spiegarvi… sono un grande utente di audiolibri, tanti, diversi, in varie lingue… ed ho da tempo stilato una mia personale scaletta di gradimento:

  • senza musica,
  • una sola voce e non uno sceneggiato,
  • il testo deve essere letto ma non recitato,
  • il suono della voce e la qualità della lettura non devono essere stancanti,

Tra i migliori in assoluto posso segnalare agli interessati: “Il Gattopardo” e “Hanno Tutti Ragione” letti da Toni Servillo, “Great Expectations” letto da Hugh Laurie, la serie Maigret letta da Giuseppe Battiston…

Ho preso la registrazione delle “Sette Brevi Lezioni di Fisica” di Carlo Rovelli e, pur non essendo contrario in linea di principio all’affidare la lettura all’autore (il “Caos Calmo” letto da Veronesi non è affatto male), mi domando se fosse proprio necessario far leggere il testo.. non dico ad un professionista, ma all’autore che ha la “evve moscia” ! Ecchecazzo!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...