Giù al Sud

Un paio di giorni fa sono partiti da Calgary (Canada) due Twin Otter della compagnia Kenn Borek Air, diretti al Polo Sud. Si tratta di una missione di soccorso per recuperare un membro della stazione permanente Amundsen-Scott. Gli aerei impiegheranno oltre 6 giorni per arrvare verso la destinazione; uno si fermerà in una base britannica, mentre l’altro tenterà di atterrare e poi decollare dalla base americana. Quello che rende straordinaria (e pericolosa) la missione è che al Polo Sud c’è notte perenne sino al prossimo ottobre e le temperature, sul plateau ad oltre 2.800 m. di altitudine, arrivano intorno ai -80°.

Qualche anno fa una dottoressa francese, della Base Concordia, si autodiagnosticò un tumore e l’unico aiuto che potè ricevere furono dei medicinali paracadutati vicino al campo.

Due piloti della compagnia sono ancora dentro i rottami dell’aereo in cui si sono schiantati contro una montagna, durante un whiteout (condizione meteo di visibilità nulla, senza orizzonte) nel 2013.

Qui il link al tracking del volo. Qui una cosa sulla vita nelle missioni “al buio”.

Annunci

One thought on “Giù al Sud

  1. Pingback: Il più è fatto. Non tutto. | Pizzeriaitalia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...