Il silenzio è d’oro

Sono seduto in tram, Mahler nelle cuffiette (si, Mahler, allora?), intento alla lettura delle email. Un movimento alla mia sinistra mi distrae… è un sedere, di una ragazza. Bellissimo il sedere, bellissima la ragazza. Molto curata: vestita sportivamente, con capi alla moda, colori che vanno (appunto, di moda)… occhiale da sole firmato (in una giornata grigia a fredda). Mi sforzo a distogliere gli occhi da lei e rimettermi a scorrere le email.

E il silenzio d’oro? Scendendo dal tram sono accanto a lei, il primo movimento della prima sinfonia è finito. Ho tolto le cuffiette e la sento parlare al telefono: “Se lo sapevo non venivo”. Ecco.

Annunci

2 thoughts on “Il silenzio è d’oro

  1. Beh, “se lo avessi saputo non sarei venuta” magari io lo scrivo, spesso lo dico anche, ma può capitare, parlando in fretta, di esprimersi in quello che è praticamente dialetto e sì, “se lo sapevo non venivo” può capitarmi di dirlo, anche se poi mi mordo la lingua perché graffia come il gesso – o le unghie? – sulla lavagna. Dai, un po’ di pietà! E poi, non t’ispira fare come il pigmalione di “My fair lady”?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...