Chi cazzo vuoi che se ne accorga? Io. (57)

Tra i morti per coronavirus c’è Luis Sepulveda, R.I.P.

Al TG de La7 la notizia è nei titoli:

“… amato dal grande pubblico soprattutto per il racconto “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare“, da cui fu poi tratto un film d’azione.”

D’animazione, non azione…

C’avevo judo…

Sono stato occupato ad organizzare una cosa a Spoleto il prossimo 20 luglio, chi fosse da quelle parti ci venga a trovare…

51,98 – 10,88 – 7,42

Quelli qui sopra sono i numeri che spiegano come mai (da anni) i computer Apple non siano più dell meraviglie, clamorosamente superiori alla concorrenza.

Sono i ricavi in miliardi di dollari dei settori (in ordine) “iPhone”, poi “servizi” ed infine “computer Mac”. Solo “iPad” fa (poco) peggio con 6,73 miliardi. (da Repubblica)

Cosmico

Per un appassionato di astronomia come me il termine “cosmico” ha un significato ben preciso e quindi, leggendo le dichiarazioni dell’ineffabile sindaca di Roma…

Capodanno a Roma, Raggi: “Sarà cosmico

…ho ricordato… “In questo mondo cosmico, panteistico, naturalistico…” ma almeno Verdone faceva ridere.

Ah, liberalizziamoci…

“I film andranno prima in sala, poi sulle piattaforme”: in arrivo un decreto del Governo

Un pezzo di Repubblica si occupa della lotta, comprensibile ma di retroguardia – tra gli esercenti delle sale cinematografiche che cercano di invertire un cambiamento di modello di fruizione del film in atto da anni –  per un calo “fisiologico” da concorrenza –  e più recentemente per la concorrenza della rete.

La regola viene certificata dal decreto: sono 105 i giorni previsti perchè l’opera audiovisiva possa essere ammessa ai benefici che la legge riconosce alle opere cinematografiche. Ma i termini sono ridotti a dieci giorni se l’opera è programmata per tre giorni (o meno) feriali, con esclusione del venerdì, sabato e domenica. Di sessanta giorni se l’opera è programmata in almeno ottanta schermi e dopo i primi ventuno giorni di programmazione e ha ottenuto un numero di spettatori inferiori a 50 mila. La riduzione è ammessa solo se nel periodo di programmazione non è stata fatta attività di lancio e promozione sulla successiva disponibilità dell’opera attraverso fornitori di servizi di media audiovisivi.

Qual’è la parolina magica? “I benefici che la legge riconosce alle opere cinematografiche”, ovvero soldi. Contributi pubblici. Contributi dei contribuenti. Tra i quali, io. Che non sono affatto contento di finanziare un’industria già clamorosamente ricca come quella cinematografica.

Ho visto già tutto quanto

Essendo cresciuto a forza di Clash, Genesis, Specials, Springsteen ed altre amenità del genere non avrei mai pensato un giorno di scrivere queste righe. Ma Charles Aznavour c’era prima di loro e resterà probabilmente più a lungo. Soprattutto nel cuore di chi conosce la tragedia del popolo armeno… Chahnourh Varinag Aznavourian oltre che cantante ed attore era un armeno dedito alla causa del suo popolo, nonché ambasciatore Armeno in Svizzera.

I viaggiatori della sera

Dieci anni senza tasse: così la Lega vuol portare i pensionati al Sud

Il piano per ora prevede sgravi solo per chi, italiano o straniero, si trasferirà in paesi spopolati della Sicilia, Sardegna e Calabria