C’at vègna un cancher

Multa di 410mila dollari per la blogger con un (finto) cancro al cervello guarito con dieta e vita sana

La blogger salutista Belle Gibson è stata condannata dallo stato di Victoria in Australia a pagare una multa di 410mila dollari per aver ingannato i consumatori anche sulla destinazione dei proventi della vendita del suo libro, mai devoluti in beneficenza (link)

E ci aggiungerei pure un vaffanculo.

Annunci

Addenócchiate (inginocchiati)

Donald Trump ce l’ha a morte con gli sportivi americani che, per protesta contro le sue posizioni razziste, si inginocchiano durante l’esecuzione dell’inno nazionale. Sono dei “figli di puttana” e dovrebbero essere “licenziati”.

Dale Hansen, giornalista sportivo di Dallas, TX ne parla:

L’ex quarterback di 49ers Colin Kaepernick si è inginocchiato durante l’inno nazionale a San Francisco l’anno scorso. Ce ne siamo accorti, ma pochi giocatori si sono uniti a lui, non sembravano interessati.

Continua a leggere

la Principessa (porella)

Nel vertiginoso serpentone spettacolare che ne contempla l’esistenza mondana in vita, Diana, porella, esordisce con un gonnellone anerotico da babysitter, anzi, come si sarebbe detto al tempo dei romanzi rosa di Barbara Cartland, sua nonnastra, da maestra giardiniera, aria compita, occhi bassi, collettino da alto educandato, Austin “Metro” rossa come oggetto di locomozione.

Fulvio Abate, sublime ed impietoso, ritrae Diana Spencer alla sua maniera. (link)

Spudorati

“Spudorate le Ong che non accettano di firmare le regole del gioco, il codice di condotta. Anche perche’ non si tratta di un codice italiano, ma di un codice che l’Italia ha fatto su richiesta dell’Europa. Parliamo dunque di una regola europea. Chi non vuole i nostri militari a bordo vuol dire che ha qualcosa da nascondere

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera. Evvabbè…

Perchè MSF non ha firmato il Codice di Condotta ONG per le operazioni di ricerca e soccorso?

Già, perché?

Prima di entrare nel merito delle motivazioni che sono alla base di questa decisione è importante sottolineare che le operazioni di ricerca e soccorso di MSF sono sempre state condotte nel rispetto delle leggi nazionali e internazionali e sotto il coordinamento della guardia costiera italiana (MRCC di Roma) (link)

… la richiesta che la polizia non sia armata non è stata adottata. La presenza di funzionari di polizia armati a bordo e l’impegno che gli operatori umanitari raccolgano prove utili alle attività di investigazione sarebbero una violazione dei principi umanitari fondamentali di indipendenza, neutralità e imparzialità. Questo sottometterebbe le organizzazioni umanitarie agli interessi politici e militari di uno Stato membro dell’Unione Europea…

ONG sta per Obbedienti Necessariamente Governativi oppure Organizzazioni Non Governative?

La responsabilità di condurre operazioni di ricerca e soccorso in mare risiede sugli Stati. Le attività di soccorso da parte di attori non governativi come MSF sono solo una misura temporanea finalizzata a riempire il “vuoto di responsabilità” lasciato dagli Stati. Gli Stati membri dell’UE devono avviare un meccanismo di ricerca e soccorso dedicato e proattivo per supportare l’Italia e riconoscere i suoi lodevoli sforzi nel salvare vite in mare, a dispetto di una risposta insufficiente da parte degli altri Stati Membri europei. (link)

Ha una sua logica (poro Carlo)

Turchia, via Darwin dai testi dei licei: per il Ministero la teoria dell’evoluzione è “controversa”

Ma “controversa” come minimo…

Indignazione nel mondo accademico turco: “Solo l’Arabia Saudita lo ha cancellato dai libri. Nei testi di storia verrà ridimensionata la figura di Ataturk (link)

E poi, sistemata la questione Ataturk, io darei un’occhiata a sta’ storia delle scie chimiche… come si dice “gomblotto” in turco? Ah, notato? Niente Darwin in Arabia Saudita… si, quelli moderati.

…e l’uomo creò Satana

I moderati.

Incontro di calcio Australia-Arabia Saudita: prima del fischio di inizio si osserva u minuto di slenzio in memoria delle persone uccise negli attacchi di Londra. Gli australiani si schierano a metà campo, i sauditi… no. Si schierano in posizione in campo, costringendo la regia ad una serie infinita di primi piani per non inquadrarli.