Non capisco (numeri)

Leggo della denuncia di una giornalista contro l’ex presidente Giscard d’Estaing, per molestie sessuali. Non ho ovviamente idea dei fatti, e Giscard ha fama di donnaiolo… ma, di questa storia sono dei “numeri” a lasciarmi perplesso. 3 e 468.

3 sono le volte in cui si sarebbe ripetuto un “palpeggiamento inappropriato”, avvenuto alla presenza di altre persone che pure si sarebbero accorte della cosa.

468 sono i giorni passati tra il 18 dicembre 2018 ed il 10 marzo 2020, tra la data del fattaccio e quella della denuncia.

Monarchie 2.0

Dopo l’autosospensione dalla famiglia reale di Harry e Megan (come un deputato qualsiasi sorpreso in qualche impiccio), sentivamo la necessità di questo nuovo colpo di scena:

I Senatori del Regno contrari all’apertura di Emanuele Filiberto di Savoia che ha annunciato di abbandonare la legge salica scritta mille e cinquecento anni fa.

torino.repubblica.it

L’ultima volta che ho sentito qualcuno discutere di legge salica era l’arcivescovo di Canterbury dell’Enrico V di Shakespeare…

“In terram Salicam mulieres ne succedant” (No woman shall succeed in Salic land), Which Salic land the French unjustly gloze To be the realm of France, and Pharamond The founder of this law and female bar.

a 2′ 03″

Jimmy torna a casa sua.

Questo è quello che devono aver pensato, esaminando le carte che riguardavano Jimmy Aldaud, gli agenti dell’immigrazione USA mentre lo imbarcavano su un aereo di linea diretto a Baghdad.

Jimmy è nato in Iraq e dunque in Iraq deve tornare, perché non è un immigrato regolare. Poco importa che sia entrato negli USA 41 anni fa, quando aveva 15 mesi, per un’iniziativa di accoglienza di rifugiati. Poco importa che sia cresciuto negli USA, senza parlare arabo, in una famiglia di cristiani caldei. È iracheno ed in Iraq deve tornare.

Ed ancor meno importa che, oltre a sintomi di schizofrenia bipolare, sia diabetico e necessiti di cure e di insulina. Buon viaggio.

The Intercept ne fa un resoconto dettagliato ma, dopo incredibili vicissitudini, Jimmy è morto, in solitudine, in un città che non conosceva. circondato da gente di cui non parlava la lingua, molto probabilmente ucciso dal diabete.

Poi uno si domanda perché se ne vanno…

Stangata dell’Agenzia delle Entrate ai “cervelli di ritorno”. Tredici scienziati italiani, rientrati dall’estero, ricevono cartelle esattoriali da migliaia di euro.

da Repubblica

Il nuovo Mistero degli Interni

No, non è un errore, volevo proprio scrivere Mistero, non Ministero. Cominciano ad essere molte le cose “misteriose”, incomprensibili, connesse al ministro Salvini ed al suo dicastero.

Esempio uno: il ministro irride il tentativo di metterlo sotto accusa per la vicenda del supposto sequestro di persona nella vicenda relativa alla nave Diciotti. Egli sostiene, tra l’altro…

“Non può infine sottacersi che l’azione attuativa dell’indirizzo governativo (risultante nel caso di specie dal punto 13 del Programma di Governo) già di per sé stessa costituisce perseguimento di un preminente interesse pubblico, peraltro rappresentato anche dalla salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica che sarebbero messe a repentaglio da un indiscriminato accesso nel territorio dello Stato”

Dunque, se le parole hanno un senso, il divieto dell’attracco della nave Diciotti avrebbe costituito “salvaguardia dell’ordine e della sicurezza pubblica“. E va bene, se lo dice il ministro… ma allora, quand’è che mettiamo sotto processo tutte (ma dico proprio tutte) le persone che erano imbarcate, comandante ed equipaggio compresi? Perché erano ancora loro al comando della nave, non c’era stato alcun ammutinamento…

Esempio due: lei vive in Italia da 14 anni, a Trieste, ha preso la maturità classica in un liceo italiano, ancorché della città in cui viveva: Fiume. Che noi italiani la chiamiamo così, perché era italiana… adesso è in Croazia e si chiama Rijeka. Fatto sta che oramai in Italia ci sta, ci sta e ci lavora bene, e ci vuole rimanere (potendo) da cittadina italiana. Presenta la domanda perché, tra paesi appartenenti all’Unione Europea basta aver vissuto 4 anni in un altro paese per chiederne la cittadinanza. In tutta Europa. Tranne che in Italia. Da noi, dallo scorso anno, grazie al “Decreto Sicurezza”, c’è un ulteriore requisito: bisogna conoscere l’italiano.

Ed è proprio grazie a questo “cavillo” che la sua domanda viene respinta dal Ministero a Roma. Nonostante lei abbia prodotto la documentazione ella sua attività lavorativa: interprete e traduttore per il Ministero dell’Interno e per quello di Grazie e Giustizia. Da “Gli Stati Generali“.

Voglio vedere cosa avanzerà!

la storia del ricevimento a base di junk food offerto da Trump, in tempi di shutdown del governo federale, la potete leggere – anche su Il Post.

Tra le tante (serie) accuse alla sua presidenza questa è forse la meno grave… ma, diciamolo, anche pr un americano medio, un redneck, un elettore trumpiano, esiste cosa peggiore del junk food freddo, non mangiato appena pronto?