Vergognatevi

Il problema non è Alì Agca che scrive una lettera in cui parla di Emanuela Orlandi… il problema sono i giornali che oggi, ancora, dopo 36 anni, gli danno spazio.

Gli unici che avrebbero diritto di parola, in questa vicenda, sono i parenti di Emanuela, che sembrano avere più dignità.

C’avevo judo…

Sono stato occupato ad organizzare una cosa a Spoleto il prossimo 20 luglio, chi fosse da quelle parti ci venga a trovare…

36 anni.

Ne parlava stamattina Luigi Contu, durante la sua rassegna stampa pro tempore da Radio Radicale, ricordando la sua amicizia con Silvia e Gaia Tortora.

https://pizzeriaitalia.wordpress.com/2018/06/17/35-anni/ (prosegue…)

scusate, come non detto

‘Realiti’, minacce a Borrelli e oltraggio a Falcone e Borsellino. La Rai apre un’inchiesta, Salini: “Chiediamo scusa

Episodio indegno ed inaudito, grave insulto alla memoria democratica del Paese, inaccettabile che questo accada in un programma della RAI, il grvissimo episodio in una puntata di Realiti, il programma di RAI 2 affidato ad Enrico Lucci… a chi? A Enrico Lucci? Ah, scusate, come non detto. (link)

Oggi, in Italia

Uno è tutto impegnato (si fa per dire) a cercare di capire se è più fascista l’editore che si proclama fascista, o è più fascista chi, in nome dell’antifascismo, vuole vietare, con modi che assomigliano al fascismo, al fascista di prendere parte al Salone del Libro di Torino… che passano quasi sotto silenzio tre notiziole minime (anche qui si fa per dire) che la stampa riporta:

  • Salerno, poliziotti le fanno rimuovere striscione contro Salvini: ”Dicevano che rischio guai legali”
  • Salerno, finge di fare foto con Salvini: “Non siamo più terroni di merda?”. E le sequestrano il telefono.
  •  Un fan di Salvini ha tentato di aggredire con pugni e poi minacce una ragazza che stava contestando il ministro dell’Interno.

Mala tempora currunt, sed peiora parantur. (link)

Virginia Raggi, e la recherche…

Giovanni Floris intervista la sindaca Virginia Raggi e prova a metterla un po’ alle strette. La sindaca elenca un rosario di accidenti, incidenti e simili che a leggerli uno appresso all’altro tremano i polsi:

” “…a Roma, nell’ultimo periodo siamo stati messi sotto attacco da una serie di episodi:

L’incendio del TMB di Rocca Cencia (25.3.2019),

l’incendio del TMB Salario, che è completamente distrutto (11.12.2018),

600 incendi di cassonetti, che ci costano 500.000 euro,

l’incendio di un’isola ecologica ad Acilia (settembre 2017),

l’incendio di un deposito di cassonetti (giugno 2017),

l’incendio ed i furti ripetuti dei nostri mezzi del servizio giardini,

la rottura improvvisa delle scale mobili di tre stazioni centrali

tutto questo fa capire che forse siamo un po’ sotto attacco, no? Infatti, se vogliamo parlare di ATAC…”

“No, io non voglio parlare di ATAC – dice Floris – ne vuole parlare lei”.

Ed allora la sindaca attacca un’intemerata su ATAC ed il trasporto pubblico:

“… stanno finalmente arrivando gli autobus…che a Roma non arrivavano da tanto tempo (io lo sapevo, ma non credo che la Raggi intendesse alle fermate…) e, all’improvviso, si rompono tre scale mobili di tre stazioni centrali, una vicina all’altra.”

Floris, non chiede spiegazioni alla sindaca di due cose:

  • non sono “rotte” od inagibili le scale mobili, sono chiuse le stazioni, non sono proprio accessibili.
  • quello che la sindaca definisce come “all’improvviso” comincia il 23 ottobre del 2018 con la stazione Repubblica che è chiusa da 6 mesi e lo resterà per altri due.

E che è sindaca da quasi tre anni.

Il tempo è una variabile…

Carte d’dentità elettronica, siglata intesa tra Campidoglio e Poligrafico per ridurre i tempi d’attesa

leggo questo articolo di Repubblica e tra me e me penso sia una buona cosa… un tempo di attesa di un’oretta è seccante, 2/3 ore sono preoccupanti… se parliamo di giorni, c’è qualcosa che non va…

Vado sul nuovo sito “beta” del Comune di Roma (che è ancora “beta” dopo oltre un anno che è online) e scopro una tabella dei tempi di attesa che, oggi, spaziano dal minimo di 6 giorni al Municipio 2 al massimo di 153 giorni al Municipio 7. Con una media di 82,6 giorni. La media. 82,6.

Ma, d’altronde, cosa attendersi da un Comune che ha una delle principali stazioni della metropolitana chiusa per un incidente ad una scala mobile accaduto oltre 4 mesi fa?