Un racconto horror

Una piccola “rassegna” dedicata (anche) a chi pensa che gli stipendi dei parlamentari rappresentino il problema dei costi della politica…

Il capo di «Riscossione Sicilia», in una recente audizione parlamentare, ha rivelato che nel 2015 avrebbe dovuto incassare 5 miliardi e 700 milioni, euro che, al momento della verità, si sono ridotti a 480 milioni. Pari all’8% del dovuto.

72 ore

Le ore, che sono tre giorni pieni, sono quelle dei corsi che quest’anno la titolare di una microimpresa ricettiva dovrà seguire per poter assumere (contratto di 3 mesi e 15 giorni, 20 ore settimanali) una donna per fare le pulizie durante la stagione estiva. L’anno scorso l’ha pagata con i voucher. (Corriere.it)

Fate entrare i pagliacci

La frase è generalmente attribuita al direttore di circo che si trovi a dover distrarre il pibblico da un incidente durante lo spettacolo, un animale azzoppato, un trapezista caduto (con qualche eccezione). A Napoli sarebbe… facite ammuina.

Aspetto l’ingresso dei pagliacci mentre leggo le vicende di Luca Montuori, neo assessore all’urbanistica del comune di Roma, la cui vicenda viene accostata a quella che, nel municipio XIV, vede l’assessore ai lavori pubblici ed il presidente della commissione lavori pubblici entrambi soci di uno studio di architettura. Ci sarebbe, dicono, un conflitto di interessi. Eh, potrebbe essere. Potrebbero “smettere” di lavorare, di esercitare l’attività professionale, no? Certo, non è una bella prospettiva, ma insomma…

Interviene l’ANAC  che conclude che…

non è sufficiente che l’assessore si astenga dal lavorare le pratiche che finiscono in Municipio per escludere l’incompatibilità: “… la mancata sottoscrizione o partecipazione diretta dell’assessore alla pratica edilizia presentata presso l’ufficio tecnico, poiché curata dagli altri associati allo studio, non solleva il medesimo da quella personale responsabilità politica e deontologica cui deve essere sempre improntato il proprio comportamento“. (link)

Chi si occupa di urbanistica non deve dunque essere un architetto che faccia l’architetto.

Allora, ‘sti pagliacci arrivano o no?

 

Vade retro

Aldo Cazzullo pubblica sul Corriere messaggi dei suoi lettori contrari all’apertura di Starbucks a Milano.

Che vergogna Starbucks, il mondo ride dell’Italia.
Giulio Di Giacomo

Il discorso è semplice: Starbucks con l’Italia non c’entra nulla.
Carlo Amiconi

Come se c’entrassero qualcosa il sushi od il kebab. Ah, sarà il caso di ricordare, se la questione è “territoriale”, che dovremo rinunciare alla caprese ed alle patate al forno con l’abbacchio. I pomodori e le patate sono state portate in Europa dall’America nel XVI secolo.

Unfit

Respinto dalla Cassazione il ricorso di Berlusconi contro The Economist per l’articolo del 2001 nel quale si dava un giudizio negativo sulla sua idoneità a rivestire il ruolo di primo ministro. (link)

o-berlusconi-economist-570Un paese in cui occorrono (più o meno) 16 anni per stabilre una cosa del genere è un paese “unfit” a potersi chiamare “civile”. E non perché si trattava di Berlusconi, chiunque debba attendere 16 anni per un qualsiasi pronunciamento della magistratura, prova che la giustizia è allo sbando.

Mia madre, 88 anni, a maggio dovrebbe sarà in un aula di tribunale per una causa iniziata 3 anni prima della sua nascita.

Signor Ministro degli Interni,

ma anche al Signor Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Signori Questori di tutta Italia, e persino al Signor Presidente della Repubblica (a Capo dei Carabinieri, in quanto Capo Supremo delle Forze Armate)…

esprimendo il massimo apprezzamento per l’attività svolta in favore della collettività nella repressione dei crimini (con qualche incidente di percorso che non inficia il grande servizio reso) vi chiedo di emanare un ordine di servizio che disponga che le indagini, le inchieste e tutte le attività investigative non vengano più identificate con un “nome in codice” ma semmai con un’anonima sigla alfanumerica. Questo al fine di evitare di denominazioni improbabili come nei casi di…

  • Truck on fire” – incendiarono 10 camion della raccolta rifiuti
  • Six towns” – le attività dell’organizzazione si svolgevano nel territorio di sei paesi
  • The Goodfellas” – fermo per 14 persone appartenenti al sodalizio criminale…
  • Topi in trappola” – spaccio di sostanze stupefacenti, tentato omicidio e estorsione
  • «Neve sicura» – verificare lo stato psicofisico al termine della giornata sciistica (no, niente cocaina)
  • Gamma Interferon” – furto, ricettazione, maltrattamento e uccisione di animali, commercio di sostanze alimentari nocive
  • Scripta Manent” – associazione con finalità di terrorismo
  • DEJA VU” – spaccio di sostanze stupefacenti in Valtellina
  • No Iva – No Party” – evasione dell’Iva connessa all’importazione di veicoli
  • Giovani Marmotte” – hacking, cracking, phishing e frodi on line

e poi il complesso relativo alle vicende di Ostia:

  • “TRAMONTO”
  • “NUOVA ALBA”
  • “ultima spiaggia”
  • “Portus Romae”