Quel gran genio del mio amico…

parlo della persona di Apple che, per risolvere i problemi di accesso all’App Store del Mac, suggerisce, dopo aver controllato lo stato della connessione, di…

Aggiorna il software

Esegui l’aggiornamento alle versioni più recenti di iOS, macOStvOSiTunes o del sistema operativo del tuo PC. Quindi, prova di nuovo a connetterti all’iTunes Store, all’App Store o all’iBooks Store.

Amico caro, amico bello…dopo quarant’anni di duro lavoro (citazione) dovresti aver imparato che per aggiornare il software ti devi collegare all’App Store, e se non ti puoi collegare all’App Store non puoi aggiornare il software che ti servirebbe per poterti collegare all’App Store, per cui – non potendo collegarmi all’App Store – non posso aggiornare il software e vedere se –  finalmente –  riesco a collegarmi all’App Store. Poche store, storie, sorry…

Update: alla fine, grazie al supposto Apple, qualcosa si trova: https://support.apple.com/kb/DL1937?viewlocale=it_IT&locale=en_US

Annunci

È la posta… (colpa mia)

Ordino un Chromcast Audio da Google. È il 13 dicembre 2015 e la brillante multinzionale mi comunica che il prodotto arriverà non prima del 22 dicembre, 9 giorni. Ma potrebbero diventare 16 giorni, ovvero consegna il 28 dicembre. Tra me e me penso che ptrebbero fare meglio. Ma non pensavo potessero fare peggio…. il pacco non arriva proprio. Mai. Sparito. Almeno sono stato rimborsato, e ho meditato sull’efficenza e sull’attenzione al cliente di Amazon. Od Apple. O…

Di recente ho pensato di consentire a mia madre di poter godere di Netflix e la soluzione più pratica mi era sembrata un Chromcast. Ci ho pensato, ma alla fine mi sono detto che non è che se è andata male una volta debba per forza sempre andare male, no?

No. Oggi, a 18 giorni dall’ordine con Google abbiamo convenuto che non è cosa, colpa delle Poste – dicono loro – e l’ordine è stato annullato. Il cortese ragazzo al telefono, suppongo per regolamento, mi ha pure chiesto se volevo un nuovo invio. Seguendo un certo giro di parole glio ho fatto capire che non era il caso.

Oh, oh cavallino oh oh…

Io non amo molto le Ferrari, non tanto per quello che sono, più per quello che rappresentano: una costosa ostentazione di ricchezza e tecnologie e prestazioni non sfruttabili in condizioni normali. Ma potrebbe essere un mio problema di invidia, di “rosicata”… non escludo. Ma difronte a certe notizie non ho parole, mi arrendo:

Vincenzo Borgomeo su Repubblica riassume come meglio non saprei fare:

Funziona così: tu gli dai 4 milioni di euro, tasse incluse, e loro si tengono la macchina. Che fra l’altro non può circolare nemmeno su strada. La vettura infatti rimane a Maranello e viene spedita su circuiti di mezzo mondo per test privati o eventi particolari. Non solo: non è previsto alcun impiego nelle competizioni al di fuori del programma a loro dedicato, così chi la compra si deve impegnare anche a rispettare questa clausola.

Hanno vinto loro.

(non?) avrete il mio scalpo

Sto usando da un paio di mesi uno smartphone Sony con Android. L’ho preso perché mi serviva un device con doppia SIM e questo era in offerta: l’ho pagato 170 euro, oltre un centinaio di euro meno del prezzo corrente (all’epoca, oggi è poco sopra i 200). Mi trovo abbastanza bene, non ha l’affidabilità (quasi assoluta) degli Apple, ma non è male. Ha la doppia SIM (fantastica), ha la memoria espandibile tramite MicroSD (ottima), ha una dimensione gestibile con una sola mano (bei ricordi…), ha la radio FM (Grazie Signore!).

Non ho l’integrazione cloud sulle macchine fisse (Mac) che normalmente uso e, come un idiota, giro con un Apple Watch al polso che sincronizzio la sera con il vecchio iPhone (ha compiuto 3 anni!) che non ho il coraggio di eliminare.

Google aiuta con le sincronizzazioni, ma non è la stessa cosa che con Apple.

Dicevo che l’ho pagato 170 euro. Con soli altri 59 euro potrei entrare nel magnifico mondo del nuovissimo iPhone X. No, non il telefono, ovviamente. Però potrei permettermi la garanzia extra di Apple:

Screenshot 2017-10-24 23.48.52.png

Come dite a Cupertino? Malimortaccivostri? Ecco.

Ah, ecco, bene…

Mia madre risiede nel centro storico., all’interno dalla ZTL. A novembre scade il suo permesso (eh, chi se lo scorda) e mi collego al sito di Roma Mobilità per informarmi sul rinnovo. Accedo all’account di mia madre e scopro che per loro lei non ha il permesso e che, quindi, può richiedere il primo. Ah, ecco, bene…

Screenshot 2017-10-10 11.27.14.png

Ieri vado a trovarla e trovo una lettera di Roma Mobilità che le ricorda che il suo permesso sta per scadere e che può rinnovarlo sul sito. Ah, ecco, bene…

Oggi mi collego di nuovo al sito ed effettuo il loginScreenshot 2017-10-10 11.19.32.png

ma oggi arrivo sempre qui

Screenshot 2017-10-10 11.20.34.pngMi daranno il permesso per la ZTL di Redmond?