Nobili, vassalli…

…ed i servi della gleba.

«Una decisione abnorme che riporta l’Italia al Medioevo. A fare le spese di tale decisione saranno gli utenti, le cui possibilità di scelta saranno fortemente limitate, e che senza una reale concorrenza subiranno senza dubbio rincari delle tariffe per il trasporto non di linea».

Premessa: non ce l’ho contro  i taxi. Anche se spesso molti di loro fanno di tutto per farmi cambiare idea… (link). Fino alla “scoperta” dell’acqua calda con il servizio delle Iene.

Il tutto prendendo atto che, per il tribunale di Roma il servizio Uber è concorrenza sleale ai taxi (link). Vero. Adesso non ci vorremo mica mettere a pagare le tasse, eh?

UPDATE: Poi, al solito, ci sono i barbari..

Continua a leggere

Chi cazzo vuoi che se ne accorga? Io. (38)

Screenshot 2017-03-31 09.23.42Sembra uno di quei box “semiscandalistici”, piazzati nelle homepage dei quotidiani per aumentare i click.., di solito passo oltre ma questa volta, probabilmente complice il riferimento a David Bowie, ho dato un’occhiata.

Un appartamento di circa 2.000 metri quadrati (una piccola provincia italiana…), nel cuore di Manhattan, un piano alto su Central Park, per 6 milioni di dollari non mi pareva male… anzi.

Poi ho trovato il vero annuncio ed ho scoperto che le cose sono un po’ diverse: la superficie sarà pure intorno ai 2.000… ma sono “piedi” quadrati, non metri! Fatta la conversione si tratta di circa 190 metri.

Marino era avanti

Tutti a sfottere Ignazio Marino e la sua mania della bicicletta.

ROMA: MARINO IN BICI IN CENTRO, I CITTADINI URLANO 'DAJE'

Invece Ryan Zinke, neo ministro dell’interno del governo Trump, che va al lavora a cavallo… tutto ok?

170302-_ryan-zinke-cr-1024_4f7be28c9c193337fd1d73b5a18287ad-nbcnews-ux-2880-1000

Originario del Montana, con una passione per i cavalli, Zinke indossava un cappello da cowboy ed era in sella a un purosangue irlandese di 17 anni di nome Tonto (Ap)

Vade retro

Aldo Cazzullo pubblica sul Corriere messaggi dei suoi lettori contrari all’apertura di Starbucks a Milano.

Che vergogna Starbucks, il mondo ride dell’Italia.
Giulio Di Giacomo

Il discorso è semplice: Starbucks con l’Italia non c’entra nulla.
Carlo Amiconi

Come se c’entrassero qualcosa il sushi od il kebab. Ah, sarà il caso di ricordare, se la questione è “territoriale”, che dovremo rinunciare alla caprese ed alle patate al forno con l’abbacchio. I pomodori e le patate sono state portate in Europa dall’America nel XVI secolo.