La madre di tutti gli errori

il CIO assegna le Olimpiadi 2024 a Parigi e quelle del 2028 a Los Angeles, ed il presidente del CONI ci va in puzza

Olimpiadi, Malagò: “No di Roma una decisione suicida e autolesionista”

E magari sarà anche vero, non si sa mai… è che, con i precedenti che i cittadini romani hanno visto (o non visto), e considerando che le Olimpiadi romane erano presentate da Giovanni Malagò, Presidente del CONI, e da Luca Cordero DI Montezemolo, Presidente del Comitato Organizzatore… la sfiducia nelle loro promesse era, quantomeno, giustificata dai loro precedenti:

  • Malagò era il presidente del comitato orghanizzatore dei mondiali di nuoto del 2009, finito con otto milioni di conti in rosso in 14 giorni di gare link1  Link2
  • Montezemolo, oltre ad essere oggi uno dei protagonisti del fallimento di Alitalia (link) è l’indimenticabile presidente del comitato dei mondiali di calcio Italia ’90, quelli finiti con un buco enorme ed una serie di sprechi incredibili. Link1 – link2

massimo ribasso

Giovanni Malagò, presidente del CONI, alla presentazione della candidatura di Roma a sede delle olimpiadi del 2024 ha detto che la previsione di spesa è di 2,1 miliardi di euro per costruire o ristrutturare gli impianti “permanenti” e di 3,2 per quelli “temporanei”.

È stata citata l’esperienza londinese del 2012 per i 200k posti di lavoro creati (permanenti?) e per la riqualificazione di molti quartieri della città. Solo che il budget romano riguarda esclusivamente opere strettamente legate all’attività sportiva… non si parla di infrastrutture, trasporti, servizi… nulla.

«ci possiamo sbagliare di qualche centinaia di milioni sui 3,2 miliardi di euro, ma di fatto presentiamo un budget di 2,1 miliardi relativi ai costi di realizzazione degli impianti permanenti. È il budget più basso della storia delle olimpiadi»

P.S. il dossier del CONI auspica come sede anche lo stadio della Roma, del quale non esiste neanche il progetto esecutivo. E da al il Palazzetto dello Sport di viale Tiziano una capienza di 4.000 posti. Peccato che, per raggiungere i 3.500 posti necessari ad omologare l’impianto per poter far giocare la Virtus in serie A lo scorso anno, abbiano dovuto riempire di sedie ogni spazio attorno al campo…

ottimi precedenti

Olimpiadi 2024, Renzi: «Il 21 sarò con Malagò al Cio di Losanna» (link)

Per chi fosse di memoria corta ricordo che Malagò era il presidente del Comitato organizzatore dei mondiali di Nuoto di Roma 2009, quelli che in 2 settimane di gare (svolte negli impianti esistenti del Foro Italico perché non furono costruiti nuovi impianti), riuscirono a chiudere con un passivo di 9.7 milioni di euro. (link)

Lega di su, Lega di giù..

Dago pubblica 2 cose sulla lega che mi sembrano molto interessanti per definire come sta messo il paese:

MARONI SOTTO LE LENZUOLA

Non c’era una ragione istituzionale. Il viaggio a Tokyo di Maria Grazia Paturzo, al fianco del governatore lombardo, era giustificato solo per “il piacere personale”. Sono le parole che il gup di Milano, Chiara Valori, usa per motivare la condanna a quattro mesi al manager di Expo, Cristian Malangone, che subendo «le pressioni di Maroni», addebitava ai conti Expo la trasferta della Paturzo nella delegazione che il 2 giugno 2014 doveva recarsi nella capitale giapponese… (link)

e poi…

IL CANDIDATO ALLA PRESIDENZA DEL CONI, GIOVANNI MALAGÒ, NEL GENNAIO DEL 2013:

‘’Ti cambio il rapporto della Lega con lo sport, io ho 5 milioni di tesserati, io valgo il 5 per cento del Pil, io ti porto un segretario generale del Coni della Lega e chiedo a Maroni di ordinare a un leghista di votare per me. Se non lo fate siete matti. Ma che mestiere fate?“. Così parlava con la portavoce dell’ allora segretario della Lega Nord Roberto Maroni, nel pieno della corsa con il rivale Raffaele Pagnozzi. (link)

Se non ricordo male un altro candidato “naturale” all presidenza CONI era l’avv. Luca Pancalli: qui la sua scheda… con questo curriculum, ovviamente, non è stato eletto. Lo conosco da anni ed è una delle persone che più ammiro.

Il nuovo che avanza (che faccio, lascio?)

Il Presidente del Comitato Organizzatore dei fallimentari (finanziariamente) Mondiali di Nuoto di Roma 2009, ha nominato il Presidente del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi di Roma 2024: si tratta del Presidente del Comitato Organizzatore dei fallimentari (finanziariamente, ma non solo) Mondiali di Calcio Italia ’90. Tutto torna, tranne i conti.

Luca di Montezemolo, da poche ore ufficialmente presidente del comitato promotore delle Olimpiadi di Roma 2024, racconta all’Ansa la sua emozione per l’inizio dell’avventura che mira a portare in Italia i Giochi. “Mi metto a disposizione con grande entusiasmo, questa è una sfida che si vince con l’innovazione e la creatività“.

Innovazione?? Montezemolo ha oggi 67 anni e ne compirà 77 poco dopo la chiusura dei Giochi del 2024. Innovazione? E con questo curriculum per Italia ’90?

 

corrieredellosport

 

Circolo vizioso

“Non voglio essere socio di un circolo che mi accettasse come socio” (Julius Henry Marx)

La Disciplinare della Federeazione Italiana Nuoto, parte del CONI, ha squalificato Giovanni Malagò – Presidente del Circolo Canottieri Aniene. Giovanni Malagò è, incidentalmente, anche il Presidente del CONI, di cui la FIN fa parte. E, siccome non ci neghiamo nulla, poi:

Malagò è stato squalificato oggi dalla Disciplinare presieduta da Adriano Sansonetti. Ora la parola alla Caf (commissione appello federale) della Federnuoto: il suo presidente, Pier Salvatore Maruccio, di Sansonetti è il cognato, avendo entrambi sposato due sorelle.

Serve una piscina?

Giovanni Malagò eletto presidente del CONI.

Citarsi addosso: